Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trovate armi durante la perquisizione del centro sociale: il blitz nel video

 

Nove arresti ai domiciliari per leader e militanti del centro sociale Askatasuna. Le misure cautelari sono arrivate questa mattina. Per altri sei militanti del centro sociale di corso Regina Margherita invece ci sarà l'obbligo di firma. Il reato contestato? Resistenza pluriaggravata a pubblico ufficiale durante le contestazioni avvenute in occasione della festa dei lavoratori del primo maggio 2017. All'epoca lo spezzone del centro sociale Askatasuna presente al corteo del 1 maggio, giunto in via Roma angolo piazza Castello, tentò di forzare il cordone delle forze dell’ordine.

Inoltre la polizia ha anche perquisito la sede del centro sociale sequestrando manici di piccone tagliati ed avvolti da un drappo rosso; una mazza da baseball in legno; una roncola di ferro; tre coltelli di cui uno a scatto. Delle 15 misure cautelari: per attivisti 9 si tratta di arresti domiciliari, mentre in 6 attivisti avranno l'obbligo di firma. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento