Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Trovate ossa nel giardini, per il marito indagato è tutta una messa in scena

 

Cautela è la parola ripetuta con più insistenza da Giuseppe Ferrando, il procuratore di Ivrea, nelle primissime ore successive al ritrovamento di ossa nel giardino di Salvatore Caruso, il marito di Samira Sbiaa, la donna scomparsa nell'aprile del 2002. 

"Sono stati effettuati dei controlli con i cani e con il georadar nel giardino. Ci sono stati dei segnali che hanno dati dei segnali di rilevanza. Sono stati trovati piccoli frammenti di ossa. Non possiamo dire che siano ossa umane o di animali e non possiamo dire se di uomo o donna. Molta cautela. Nel punto in cui sono state trovate c'era di tutto. È stata trovata anche una scarpa di donna, ma non vuol dire" - ha dichiarato il procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando.  

"Non so di chi siano quelle ossa. In quel pezzo di giardino c'erano delle macerie. La scarpa era in mezzo ad altre cose. Penso che non ci sia nulla e che sia tutta una messa in scena. Non credo che quelle ossa siano umane. Io sono qua da 30 anni e di prima non so", ha detto Salvatore Caruso, il marito di Samira Sbiaa, parlando ai giornalisti. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento