Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Grazie a un 17enne nacque Murarte, il progetto che cambiò il concetto di arte urbana a Torino | Video

Il sogno continua a 20 anni di distanza

 

Ruben Marchisio aveva 17 anni ed era un giovane con il sogno di disegnare quando ha preso in mano carta e penna e ha deciso di scrivere una lettera al Comune di Torino per chiedere il permesso di poter avere dei muri sui quali fare i suoi graffiti. 

Da quel giorno sono passati 20 anni e il progetto Murarte, che nacque da quella lettera di strada ne ha fatta tanta. Venerdì scorso, il 4 ottobre, è stata celebrata questa storia durante un convegno che ha riunito quel giovane diciassettenne con l'assessora che all'epoca lo ascoltò. 

Ruben Marchisio ed Eleonora Artesio - oggi consigliera comunale, all'epoca assessora del Comune di Torino - si sono rivisti e insieme a loro c'erano tante personalità che in questi vent'anni hanno trasformato il mondo dei graffiti in uno strumento vero e proprio al servizio della città. Tra questi Marco Giusta, membro della Giunta Appendino che tre anni fa ha voluto rilanciare il progetto Murarte. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento