Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

T-Red non omologati, le multe potrebbero essere illegittime: "Sosterremo chi farà ricorso"

Il 96% dei ricorsi presentati è stato accolto

 

Le multe comminate grazie all'utilizzo del T-Red potrebbero essere illegittime. A sostenerlo sono Roberto Rosso, capogruppo di Fratelli d'Italia in Comune a Torino, e Mario Gatto, rappresentante dell'associazione Globo Consumatori. Il motivo? I semafori non sono omologati. 

"Il 96% dei giudici di pace che si sono pronunciati sulla materia dei T-Red hanno dichiarato illegittime le multe. La gente ha riottenuto i soldi delle multe. A Torino ci troviamo davanti a questo assurdo, l'amministrazione compera apparecchi non omologati, li piazza sulle strade, fa pagare le multe ai cittadini e dopo che i cittadini hanno pagato le multe ci si rende conto che sono illegittime", spiega Robero Rosso.

"È giusto chiedere all'automobilista di non passare con il rosso. È vergognoso invece pretendere comportezza di comportamento e non essere i primi ad applicarla. Quasi la totalità delle multe che sono state comminate verrebbero annullate solo che molta gente non lo sa. La sindaca Appendino si appiglia a questi stratagemmi pur di fare cassa", conclude Rosso. 

"Noi come ci siamo messi a disposizione dei cittadini moncalieresi per il caso del semaforo di Moncalieri ci metteremo a disposizione di quelli di Torino. Come Globo Consumatori abbiamo fatto qualche decina di migliaia di ricorsi a livello nazionale e ne abbiamo vinti il 96%", ha spiegato Mario Gatto della Globo Consumatori. 

Fino al 4 dicembre alle ore 16secondo i dati del Comune i passaggi con semaforo rosso rilevati nei tre incroci sono stati oltre 1.400. I semafori in questione sono: incrocio corsi Regina Margherita, Lecce, Potenza; incrocio corsi Trapani, Peschiera; incrocio corsi Vigevano, Novara, Vercelli.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento