Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Dare un volto alle emozioni con faccine o emoji, la cupola interna della Mole prende vita

 

Fino al 6 gennaio 2020 al Museo del Cinema di Torino in mostra ci saranno gli emoji. Sì, proprio loro. I protagonisti di molte delle nostre conversazioni in chat. I disegnini attraverso i quali raccontiamo i nostri sentimenti, le nostre emozioni. 

E si chiama proprio "#FacceEmozioni. 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoji" la mostra curata da Donata Pesenti Campagnoni e Simone Arcagni che partendo dalla prestigiosa collezione del Museo Nazionale del Cinema, racconta gli ultimi 5 secoli di storia di questa pseudoscienza. Un percorso emozionale tra maschere e sistemi di riconoscimento facciale che conferma ancora una volta come il volto sia il più importante luogo di espressione dell’anima dell’essere umano.

Una mostra unica nel suo genere

La mostra, unica nel suo genere, ha aperto al pubblico il 17 luglio, in occasione del World Emoji Day, la giornata mondiale degli emoji, proponendo per quel giorno l’OPEN DAY con l’ingresso speciale a 1 euro e tante attività per adulti e bambini. 180 opere in mostra, che includono 82 riproduzioni fotografiche, 55 opere originali (dagli elmi e volumi del ‘500 alle installazioni di artisti contemporanei), 43 tavole tratte dalla collezione di fisiognomica del museo. A queste si aggiungono 42 montaggi, 4 app e 8 installazioni.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento