Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Frigoriferi, tavoli e reti da letto sotto il viadotto andato a fuoco: la denuncia di alcuni cittadini

I componenti del Comitato si chiedono cosa sarebbe potuto accadere se le fiamme si fossero propagate

 

È di martedì 22 ottobre l'ultimo incendio sotto il viadotto di cordo Sacco e Vanzetti a Torino. Fiamme che sono divampate vicino al campo nomade di strada della Berlia a Collegno, ma già sul territorio di Torino

A pochi giorni di distanza il comitato spontaneo di cittadini Parella Sud-Ovest lancia l'allarme pubblicando un video sulla propria pagina facebook. Nelle immagini si può vedere tutto il materiale stoccato sotto il viadotto di corso Sacco e Vanzetti. Ci sono sedie, reti da letto, tavoli, frigoriferi. Tutto sistemato alla meglio.

"Se l’incendio fosse arrivato a quel materiale stoccato?", si domandano i cittadini del comitato che poi continuano, "Guardando indietro negli anni con Google Street View è almeno dal 2008 che quell’area viene utilizzata, nessuno se ne era mai accorto? Dopo l’incendio del 23/12/2018 al campo nomadi di strada della Berlia a nessuno è venuto in mente di controllare la zona? Prima di fare i lavori di ripristino e consolidamento non sarebbe meglio fare interventi che scongiurino il ripertersi di questi incendi?". 

Sulla questione si è attivata la consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Monica Amore e in mattinata - giovedì 24 ottobre - è cominciato il lavoro di sgombero dell'area dai materiali accatastati. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento