Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Lapo Elkann si racconta: "Come ho scoperto di avere la dislessia" | Video

Una fondazione a suo nome per aiutare chi ha meno possibilità

 

"La dislessia è stata una difficoltà che ho vissuto da bambino per via delle difficoltà che ho dovuto affrontare a scuola. I miei professori si sono resi conto che determinate cose non andavano. Da lì ho fatto alcune analisi e ho scoperto di avere la dislessia. Mi sono trovato con alcune difficoltà che hanno reso la mia vita più difficile e complessa" - Lapo Elkann, in occasione della Settimana nazionale della dislessia - organizzata dall'Associazione italiana dislessia - , si racconta e apre le porte della memoria a quando da bambino ha scoperto di essere dislessico. 

"Diciamo che una volta recepito il fatto di essere dislessico grazie all'aiuto di chi avevo attorno, ho capito che ero diverso e che il mio processo di apprendimento sarebbe stato diverso da quello dei miei compagni. Io mi sono trovato sia con la dislessia, sia con l'iperattività ed entrambi hanno reso la mia vita scolastica molto difficile e complessa. Non per altro a scuola sono stato bocciato due anni perché avevo difficoltà nel focalizzarmi, nell'essere nel presente e nel fare ciò che andava fatto" - ha continuato Lapo Elkann che ha anche fondato la Fondazione LAPS per aiutare chi ha meno possibilità.

"All'inizio ci ho convissuto con difficoltà. I disturbi di apprendimento sono un modo diverso di pensare. Chi soffre di questi disturbi ha difficoltà di concentrarsi sui singoli elementi, ma vede forse con una chiarezza superiore alla media il quadro d'insieme utilizzando il pensiero laterale e la creatività. Chi soffre di questi disturbi ha tutte le doti per essere un ottimo stratega, un ottimo pianificatore e un ottimo innovatore" - ha concluso Lapo Elkann. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento