Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

Incendio del Sacro Monte, montagna in cenere: il giorno dopo si contano i danni

 

Adesso i carabinieri forestali sono a caccia di chi ha appiccato l'incendio. Il giorno dopo dal santuario del Sacro Monte si vede solo cenere. Le fiamme sono state domate, ma della montagna, dopo l'incendio, rimangono solo le ceneri. La riserva naturale del Sacro Monte di Belmonte è andata distrutta dall'incendio che si è propagato dal pomeriggio di lunedì 25 marzo

Fortunatamente il patrimonio storico e culturale della zona - il santuario, il convento e le chiesette - è salvo. Le fiamme sono state domate prima di raggiungerlo. Sul posto, da quando è scoppiato l'incendio fino a quando è stato spento, sono intervenuti 50 vigili del fuoco e 80 volontari dell'AIB. Intanto i carabinieri forestali sono a caccia degli autori dei roghi. 

Intanto ieri - martedì 26 marzo - il Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, dopo aver visitato i luoghi del rogo ha ribadito che "occorre colpire con durezza chi mette a repentaglio il patrimonio naturalistico, ambientale e la vita delle persone”. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento