Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cadavere in decomposizione trovato nella Dora, riconosciuto grazie a un tatuaggio

Era stato scoperto a settembre

 

Il cadavere che il 7 settembre del 2019 venne trovato a Bardonecchia su un margine asciutto del letto della Dora di Bardonecchia è stato riconosciuto. L'uomo, al momento del ritrovamento, era già in avanzato stato di decomposizione. 

A identificare il cadavere sono stati gli uomini della Polizia Scientifica di Torino che prima sono stati in grado di recuperare alcune impronte digitali dai resti del cadavere e poi ne hanno verificato la compatibilità. 

Gli esami di laboratorio hanno permesso di stabilire che l'uomo trovato morto fosse un cittadino di origine tunisina nato il 21 maggio del 1982. Da qui ulteriori riscontri: i poliziotti infatti sono riusciti a risalire verificare ulteriormente l'identità dell'uomo grazie a un tatuaggio. 

Sulla mano sinistra della salma infatti vi era una K tatuata, dettaglio che era stato riportato anche in alcune schede dattiloscopiche di precedenti fotosegnalazioni relative all'uomo. Da qui l'ultimo e definitivo riscontro grazie alla collaborazione del Consolato di Tunisia a Genova che ha individuato e fornito il profilo genetico dei genitori dell'uomo permettendo la definitiva identificazione. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento