Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Prima il sopralluogo con il cane e poi saccheggiava le automobili dei turisti

A casa gli oggetti rubati

 

Arrestato il ladro che nelle ultime settimane ha saccheggiato numerose automobili parcheggiate nel piazzale del Museo dell'Automobile di Torino. Nel suo mirino sono finiti spesso i turisti. 

L'ultimo colpo lo ha tentato il mattino di sabato 30 novembre 2019, ma questa volta ad attenderlo c'erano i poliziotti del commissariato Barriera di Nizza. A finire nei guai un 46enne italiano con diversi precedenti di polizia alle spalle. 

Sono le 10.30 del mattino. Gli agenti di polizia vedono arrivare in piazzale Fratelli Ceirano l'uomo insieme al proprio cane. Un giro intorno alle vetture, osserva con insistenza se all'interno c'è qualcosa da rubare e poi si allontana. Il sopralluogo è terminato. 

Un po' di tempo dopo il 46enne torna sul posto, questa volta senza cane, afferra una pietra e infrange il deflettore destro anteriore di un veicolo in sosta prelevando dall’interno due zaini. Gli agenti intervengono e lo arrestano.

A casa dell’uomo gli agenti ritrovano diverso altro materiale: navigatori, cartine stradali, chiavette usb, caricatori per computer e cellulari, ombrelli e coltellini. Tra gli oggetti ritrovati anche un telecomando “jammer”, disturbatore di frequenze, utilizzato per impedire la chiusura centralizzata dei veicoli. 

Oltre che per ricettazione e resistenza, l'uomo è stato denunciato anche per detenzione abusiva di armi. Nel suo alloggio è stata trovata una cartuccia calibro 12 per fucili.       

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento