Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Colpa dell'astensionismo e non dell'Appendino, la sconfitta dei grillini secondo Bertola (M5S)

 

Il voto sulle elezioni regionali restituisce un Movimento 5 Stelle in profonda crisi di Governo. Su Torino c'è stata una vera e propria emorragia di voti: la luna di miele tra Appendino e la città è finita? Secondo Giorgio Bertola, candidato presidente grillino alla Regione Piemonte, no. Il risultato del Movimento 5 Stelle è soprattutto frutto dell'astensionismo: "Adesso dobbiamo pensare a chi non è andato a votare. Da domani oltre al lavoro in consiglio regionale dobbiamo lavorare su come lavorare a migliorare l'organizzazione".

Su Torino però il dato è innegabile anche se lo stesso Bertola lo circoscrive dentro una tendenza generale: "Il dato su Torino è conforme al dato regionale, non c'è un dato particolarmente negativo su Torino Città. È un calo complessivo. Erano elezioni regionali ed europee e non comunali. Nei primi due anni e mezzo la Giunta Appendino si è dovuta districare sul bilancio per via di come è stata l'asciata l'amministrazione da chi c'era prima".

Infine il TAV, la linea ad alta velocità Torino-Lione, che per Alberto Cirio - nuovo presidente della Regione Piemonte al posto di Sergio Chiamparino - è un'opera imprescindibile: "Non era un referendum sul TAV. Sul TAV non cambia nulla perché c'è un dossier sul tavolo del Presidente Conte e su quell'opera dovrà esserci una decisione politica". 

Una decisione politica che potrebbe far traballare il Governo, anche se per Bertola "il Governo deve andare avanti perché ha fatto delle cose positive per il Paese. Credo si debba andare avanti seguendo il contratto".

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento