Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Donne No Tav contro 'Le Madamine': "Noi per i beni comuni, le altre a favore di chi vuole l'asfalto"

 

"Noi ci battiamo per i beni comuni, le altre rappresentano gli interessi di chi vuole asfaltare la Valle di Susa e l'Italia intera" - a dirlo sono le donne No TAV che questa mattina, giovedì 29 novembre, si sono radunate in piazza Palazzo di Città davanti al Comune di Torino per ribadire la loro contrarietà alla linea ad alta velocità Torino-Lione. 

Una manifestazione che è stata di preparazione alla mobilitazione che si terrà l'8 dicembre e che partirà da piazza Statuto alla quale hanno aderito anche personalità del mondo della cultura e della musica come Zero Calcacare, Caparezza e chef Rubio. 

"Sono trent'anni che portiamo avanti le ragioni del no alla TAV. Chiediamo attenzione per le vere priorità come la prevenzione degli incendi boschivi, delle valanghe, delle frane e il crollo dei ponti" - a ribadirlo la sindaca di San Didero, Loredana Bellone. 

In piazza anche Francesca Frediani, consigliera del Movimento 5 Stelle in Regione Piemonte e storica attivista No TAV: "Cerchiamo di tenere vivo il dibattito da sempre, ma speriamo si rimanga sui fatti e non si creino contrapposizioni in vista della campagna elettorale" - che poi ha aggiunto in merito alla commissione costi benefici del Governo - "Per la prima volta dei tecnici hanno messo mano ai dati senza alcun pregiudizio".

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento