Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La "Democrazia rende liberi", la scritta riprende il motto di Auschwitz. L'autore: "Non è una provocazione"

 

La democrazia rende liberi. È questa la scritta che è stata installata in via Cuneo, angolo corso Giulio Cesare, e che ha destato le proteste del senatore del Movimento 5 Stelle Alberto Airola perché riprende la drammatica insegna posta sopra i cancelli di Auschwitz "Il lavoro rende liberi". Il politico l'ha trovata poco rispettosa nei confronti di chi è stato nei campi di concentramento. 

Alessandro Bulgini, l'artista che l'ha realizzata, ovviamente non è di questo avviso. Assicura di non aver voluto fare alcuna provocazione, ma che la sua azione artistica è ben meditata e che ha l'obiettivo di porre attenzione su un tema importante come quello delle periferie. 

Il quartiere Aurora è il territorio sul quale si è voluta concentrare l'edizione di quest'anno di Biennale Democrazia e l'opera è una delle installazioni di quest'anno. "La mia è una scelta prescisa che vuole produrre dibattito. Il tema della democrazia è importante. Quotidianamente viviamo la sofferenza. Su certe cose non scherzo" - ha detto Bulgini. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento