Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Cori contro Salvini, uova contro il MIUR e tensioni con la polizia: la protesta degli studenti nel video

 

Erano tanti - si stima un migliaio - ed erano arrabbiati. Sono gli studenti delle scuole superiori torinesi che questa mattina - venerdì 22 febbraio - sono scesi in piazza per protestare contro la nuova maturità e per denunciare la condizione, a loro dire disperata, in cui versano gli istituti scolastici

Nel mirino sono finiti direttamente i due vice-premier Matteso Salvini e Luigi Di Maio. Numerosi i cori che i ragazzi hanno intonato contro di loro e contro i 4 miliardi di eruo che il Governo avrebbe tagliato all'istruzione. Una protesta però che non riguarda solo Torino perché gli studenti sono scesi in piazza in altre 50 città italiane. 

Momenti di tensione davanti alla sede del MIUR - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca - dove sono state lanciate alcune uova. La polizia ha reagito andando addosso alle prime file del corteo. Tensioni che però sono durate pochi minuti, dopo i quali gli studenti si sono diretti verso piazza Castello dove si sono riuniti sotto la Prefettura. La manifestazione si è conclusa con un'assemblea pubblica in piazza Arbarello. 

Più volte durante il corteo gli studenti hanno cantato "Bella Ciao" e in diverse occasioni hanno scandito cori a favore degli immigrati e in memoria di Stefano Cucchi. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento