Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Comital-Lamalu, c'è l'accordo per la cassa integrazione però i fondi del Governo sono limitati

 

È ancora cauto Fabrizio Torchio, il curatore fallimentare della Comital-Lamalu, al termine dell'incontro che si è tenuto questa mattina presso l'assessorato al Lavoro della Regione Piemonte. La notizia è che è stato firmato l'accordo che prevede la possibilità per i lavoratori di Comital-Lamalu di avere accesso alla cassa integrazione per dodici mesi, ma non è ancora stato messo un punto defintivo a questa storia. 

"Ci sono ancora delle condizioni che devono avverarsi e che auspichiamo si avverino" - ha commentato Fabrizio Torchio, il curatore fallimentare della Comital-Lamalu - "La cassa integrazione prevista ha una copertura limitata. I fondi che sono stati messi a disposizione dal Governo ammontano a 16 milioni di euro. L'idea nostra è quella di arrivare il prima possibile con la domanda di cassa, già dal 2 gennaio come decorrenza, per poter sperare di arrivare nel tempo utile per poter beneficiare di questi fondi". 

E sul tema della reindustrializzazione Torchio aggiunge: "Non abbiamo ancora offerte e neppure le procure che avevamo ricevuto per il primo bando. Abbiamo però contatti avviati. Auspichiamo che le speranze possano concretizzarsi quanto prima". 

"Un passaggio importante che permette ai lavoratori di avere un reddito per un anno, ma permette soprattutto ai curatori, nel momento in cui procederanno nella fase di presentazione dell'avviso per la vendita dell'azienda, di testimoniare che l'azienda è pronta per continuare a produrre" - ha dichiarato Gianna Pentenero, assessora al Lavoro della Regione Piemonte. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento