Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La psicosi da coronavirus si combatte (anche) a tavola: la sindaca a pranzo al ristorante cinese

A Torino nessun caso di razzismo

 

Un involtino primavera e un riso alla cantonese per combattere la psicosi da coronavirus. La sindaca di Torino, Chiara Appendino, oggi ha voluto dare un segnale forte all'intera comunità torinese pranzando, insieme ai rappresentanti della comunità cinese di Torino, al ristorante Didu di via Cigna. 

"Abbiamo fatto la scelta di pranzare qui per dare un segnale di vicinanza alla Cina, ma soprattutto per essere vicini alla nostra comunità cinese che sta vivendo un momento oggettivamente difficile", ha detto la sindaca Chiara Appendino. 

"Capiamo che con quello che sta accadendo la paura possa portare a comportamenti non razionali. Il mio appello ai torinesi è di essere razionali. Dobbiamo tenere conto delle cautele, ma non è il caso di avere paura che può portare ad azioni di razzismo", ha continuato la sindaca.

"È stato evidenziato un caso di una ragazza spinta fuori da un bus, ma rispetto ad altre città non abbiamo avuto episodi forti. Il periodo di convivenza con quel che sta accadendo non sarà breve, quindi l'invito è di non cadere nella psicosi", ha concluso la sindaca.  

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento