Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco la palestra dei futuri dottori, il centro dove potranno simulare le operazioni

 

È stato inaugurato lunedì 17 giugno ed è una vera e propria palestra per tutti i futuri aspiranti medici torinesi. Si tratta del Centro di Simulazione Medica avanzata per la didattica universitaria che è stato aperto presso l'ex Palazzina Odontoiatria, sede della Scuola di Medicina, Università di Torino e AOU Città Salute e Scienza.

Il Centro, realizzato con il contributo della Compagnia San Paolo, è collocato in uno spazio di circa 200mq ed è dotato dei più aggiornati high fidelity mannequin/models, dei più innovativi sistemi multimediali di videocamere ambientali e di sistemi audio per la simulazione medica di eccellenza per l’esercizio di pratiche diagnostiche e terapeutiche in grado di rendere la simulazione sempre più realistica e vicina ai quotidiani scenari. 

Si tratta di una vera e propria palestra per gli studenti che così potranno acquisire abilità pratiche e comunicative, garantendo il diritto del malato alla riservatezza. Attraverso i simulatori, gli studenti apprenderanno facilmente e senza rischi le manovre finalizzate a permettere l’esecuzione di atti medici o chirurgici-infermieristici, secondo linee guida internazionali. 

Un percorso che non vuole sostituire il tirocinio clinico, ma renderlo più efficace e istruttivo: "Un centro di simulazione medica è un luogo dove è possibile, come una palestra, imparare tutta la semeiotica fisica e tecnologica per quanto riguarda l’esame obiettivo del paziente. È dedicato alla preparazione degli studenti di medicina, delle scuole sanitarie e degli specializzandi. Qui si possono acquisire tutte le tecniche invasive e non invasive, su manichino, creando degli scenari realistici di malattie e patologie” - ha dichiarato Franco Veglio, responsabile del Centro di Simulazione Medica. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento