Un boccone amaro per gli studenti: "Vogliamo aule studio, non hamburger"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

È una critica per nulla sopita quella che sta montando tra le aule di Palazzo Nuovo. Agli studenti universitari non sta andando proprio giù la nuova apertura del Burger King di fronte all'Università. Il motivo? Quegli spazi avrebbero dovuto darli a loro.

È dunque un boccone amaro quello che gli studenti universitari di LaSt (Laboratorio Studentesco) sono costretti a ingoiare. Sono stati loro infatti a lanciare una dura contestazione nei confronti dell'Università di Torino che ha benedetto l'apertura di un Burger King all'interno dei locali universitari di Palazzo Nuovo. 

In una nota che hanno pubblicato sulla loro pagina facebook si legge: "Accogliamo con disgusto queste "novità" non solo perché il Burger King e McDonald's - come tutte le catene di fast food - rappresentano franchaise con politiche aziendali discutibili, non solo perché non permettono la sopravvivenza dei piccoli locali e negozi che - a prezzi spesso accessibili e con prodotti sicuramente più genuini - caratterizzano la zona e permettono di tessere rapporti umani tra noi e con i/le commercianti stessi/e, ma anche perché non rappresentano un luogo di aggregazione studentesca e portano sotto le scuole e nelle universitá un modello prettamente consumistico, basato sullo sfruttamento di territori e lavoratori e non sano di vivere il cibo". 

Preoccupazione che sembra essere di carattere generale perché molti studenti lamentano l'assenza di spazi dove poter studiare. C'è anche chi, seppur condividendo la posizione in linea teorica, punta il dito sul servizio pubblico e la politica di gestione degli spazi universitari. Gli spazi a Palazzo Nuovo ci sono, ma sono inutilizzati. Dicono. 

Potrebbe Interessarti

  • Bomba di grandine sulla città: strade allagate e rami caduti in centro

  • Automobilisti bloccati dai ciclisti che urlano: “Non arrabbiatevi, aprite gli occhi”

  • Pioggia e grandine su mezza provincia, serata di allagamenti e disagi

  • I droni non scaldano piazza Vittorio: lo spettacolo inizia in ritardo e 10.000 spettatori meno del previsto

Torna su
TorinoToday è in caricamento