La storia di Alessandro: dall'amputazione della gamba al sogno delle Paralimpiadi

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Grazie a una protesi speciale potrà tornare a camminare, pedalare e muoversi con movimenti simili a quelli che effettuava prima dell'amputazione della propria gamba sinistra. Alessandro Ossola, atleta paralimpico torinese di 31 anni, sarà la prima persona in Italia a cui verrà applicato un innovativo ginocchio ibrido che unisce le qualità di un’articolazione protesica meccanica a quelle di una unità idraulica ed elettronica. Questa particolare protesi è applicata da Officina Ortopedica Maria Adelaide di Torino. 

La storia di Alessandro però inizia nel 2015. Lui e sua moglie stanno andando a vedere un nuovo appartamento più spazioso dentro il quale andare a vivere. Un'automobile però si frapporrà tra loro e quel sogno. Alessandro a causa di quell'incidente perderà sua moglie e subirà l'amputazione della gamba sinistra. 

Alessandro rimarrà un mese in ospedale, al termine del quale deciderà per l'amputazione della gamba. Due anni dopo si butta nello sport e conosce il mondo dello sport paralimpico ed entra a far parte della nazionale paralimpica di snowboard, fino al debutto, nel novembre 2018 in Coppa Europa. 

"Lo sport è stato un bell'appiglio. Mi ha dato forza e obiettivi nuovi. Questa nuova sfida la sto affrontando preparandomi fisicamente e il mio obiettivo adesso sono quelli di andare alle Paralimpiadi di Beijing nel 2022" - dice Alessandro Ossola. 

Immagini video tratte dalla pagina facebook di Alessandro Ossola

Potrebbe Interessarti

  • Bomba di grandine sulla città: strade allagate e rami caduti in centro

  • Automobilisti bloccati dai ciclisti che urlano: “Non arrabbiatevi, aprite gli occhi”

  • I droni non scaldano piazza Vittorio: lo spettacolo inizia in ritardo e 10.000 spettatori meno del previsto

  • Pioggia e grandine su mezza provincia, serata di allagamenti e disagi

Torna su
TorinoToday è in caricamento