Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Termina l'anno difficile del Comune, tra cambi in Giunta e cambi di casacca

In 130 occasioni maggioranza e opposizione hanno votato insieme

 

Movimentato. È così che Francesco Siccari, presidente del consiglio comunale di Torino, definisce il 2019, l'anno che si sta avviando alla conclusione. Un anno che ha visto la maggioranza perdere alcuni consiglieri passati all'opposizione e che ha visto alcuni avvicendamenti di assessori all'interno della Giunta Appendino. Nonostante tutto però Chiara Appendino, la cui amministrazione spesso è sembrata in bilico, ha retto ed è ancora in sella. 

"Il 2019 è stato un anno particolarmente movimentato anche strettamente legato purtroppo a quelle che sono state le dinamiche nazionali che hanno avuto un riflesso all'interno dell'aulo. Un anno difficile anche dal punto di vista della gestione dell'aula e dei gruppi consiliari perché si sono succeduti molteplici consiglieri comunali da più schieramenti e questo palese un movimentato dibattito interno alle forze politiche", ha raccontato Sicari. 

Per sedici volte durante il 2019 l'aula non ha raggiunto il numero legale, nel 2018 erano accaduto in due occasioni: "Credo che non sia un dato legato a fenomeni di dibattito politico. Credo possa succedere. Credo che sia un risultato non elevato. Sedici non mi sembra siano tante volte rispetto alle quaranta convocazioni che abbiamo fatto", continua Sicari.

Infine maggioranza e opposizione hanno votato allo stesso modo in 130 occasioni: "Quando le forze politiche convergono è una cosa buona perché vuol dire che si sta costruendo una cosa duratura. Non si va avanti a colpi di maggioranza netta. Se si crea consenso attorno alle proposte politiche è probabile che ci sia la possibilità che alcuni assi vadano avanti negli anni senza che vengano stravolti", conclude Sicari.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento