Sintesi e pagelle Juventus-Barcellona 3-0: serata magica, ma non bisogna rilassarsi

La Juve annienta il Barcellona, ma i catalani sono capaci di tutto. Paura in Germania, rinviata Borussia-Monaco

Cuadrado e Dybala negli spogliatoi

La Juventus batte 3-0 il Barcellona nell'andata dei quarti di finale della UEFA Champions League 2016-17. A decidere la partita una doppietta di Dybala nel primo tempo e un gol di testa di Chiellini a inizio secondo tempo.

Da segnalare che l'altro quarto di finale di Champions in programma questa sera tra Borussia Dortmund e Monaco è stato rinviato a mercoledì 12 aprile alle 18.45 a causa di un'esplosione che ha colpito il pullman della squadra tedesca mentre si recava allo stadio Signal Iduna Park Westfalenstadion, a dieci chilometri di distanza dall'impianto. Nelle esplosioni, che come ha comunicato la polizia sono state tre, è rimasto ferito il giocatore spagnolo Marc Bartra, difensore di scuola Barcellona che gioca nel Borussia, che deve subire un intervento chirurgico d'urgenza per una frattura al polso.

LA SINTESI DEL MATCH

Nel primo tempo la Juve parte subito fortissimo, mettendo in difficoltà Ter Stegen col pressing alto di Higuain dopo venti secondi e producendo un paio di palle gol già prima dell'1-0 che arriva al 7': Cuadrado va via sulla destra, dopo un paio di finte pesca Dybala che si gira su se stesso e infila sul secondo palo.

La Juve continua a pressare, ma il Barcellona pian piano trova i varchi giusti per far male alla Juve. Al 21' Iniesta sfugge sul filo del fuorigioco a Dani Alves e viene servito da Messi davanti a Buffon, ma il portierone bianconero devia in angolo con la mano sinistra aperta.

Il pericolo corso ridà fiato alla Juve, che un minuto dopo segna il 2-0: stavolta è Mandzukic a involarsi sulla sinistra e a servire la Joya che di prima intenzione spedisce una sassata sul primo palo a battere ancora Ter Stegen.

Dopo il raddoppio la Juve cala il ritmo e il Barça ne approfitta: al 30' un distratto Khedira si fa soffiare il pallone da Messi che serve Suarez che segna, ma il gol è annullato per fuorigioco.

Negli ultimi minuti la Juve si rianima con un paio di occasioni per Pjanic e Higuain, ma il bosniaco è impreciso e il Pipita trova l'opposizione di Ter Stegen.

Nel secondo tempo la Juve rischia più volte il gol del Barcellona su tagli in verticale che saltano la difesa bianconera, ma né Suarez né Neymar sfruttano le solite giocate straordinarie di Messi, costretto a girare al largo da Alex Sandro.

Al 10' la Juve firma il definitivo 3-0: su calcio d'angolo Mascherano trattiene Chiellini, ma il neo dottore magistrale resiste e colpisce di testa spedendo sul secondo palo interno e gol.

Al 69' i blaugrana chiedono il rigore per un tocco di mano di Chiellini, ma il difensore in scivolata colpisce prima sul corpo e poi di rrimbalzo sul braccio.

Nel finale la Juve si chiude in difesa e lascia uno sterile possesso palla al Barcellona, ma il risultato non cambia e ora servirà un'altra impresa epica alla squadra di Luis Enrique per ribaltare lo svantaggio. Ma come insegna il Paris Saint Germain, ogni deconcentrazione è fatale al Camp Nou.

Nelle pagine seguenti il tabellino completo con i voti e le pagelle di Juventus-Barcellona 3-0

Potrebbe interessarti

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

  • La mentuccia, l'erba aromatica buona e salutare

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Caos in coda al concerto di Eros: 700 fan costretti a rimanere fuori

Torna su
TorinoToday è in caricamento