Juventus-Monaco 1-0: Morata trova il rigore e Vidal lo realizza

Partita difficile per i ragazzi di Allegri che nonostante lunghe fasi di sofferenza in mezzo al campo riesce ad ottenere il miglior risultato in casa che dovrà essere confermato tra otto giorni a Monaco

Allo Juventus Stadium c'è il pienone e ai tanti tifosi arrivati nello stadio di casa la formazione di Allegri ha regalato una vittoria importante. Una partita molto difficile per i bianconeri che soffrono per tutto il match senza però rischiare mai troppo. Le occasioni del Monaco sono poche e per i monegaschi questa sera la possibilità di segnare è stata sensibilmente ridotta dalla grande prestazione della difesa juventina e di Gigi Buffon.

Ma gioca meglio il Monaco contro una Juventus spesso distratta e capace di commettere errori che sarebbero potuti diventare dei macigni enormi sulla strada verso la semifinale. Fuori forma Carlos Tevez che si è visto poco e troppo spesso ha voluto fare da solo sprecando delle buone occasioni davanti alla porta. Mentre per Pirlo poche annotazioni, dopo cinquanta giorni fuori dai giochi la prestazione è stata abbastanza convincente, tranne la mancanza di alcuni spunti che avrebbero potuto offrire un risultato diverso. 

Il gol arriva su un rigore procurato da Alvaro Morata e realizzato da Vidal. I bianconeri concedono troppo all'inizio agli ospiti che scendono in campo bene organizzati lasciando pochi spazi agli avversari e sfruttando le ripartenze che possono fare molto male alla Juve. Non erano dunque solo dichiarazioni di facciata quelle di mister Allegri che aveva avvertito delle grandi capacità tattiche e tecniche della formazione del Principato di Monaco. 

Si giocherà quindi tra otto giorni a Montecarlo la gara di ritorno valida per la conquista della semifinale. 

Primo Tempo: 

Una gara certamente difficile in questi primi 45 minuti di gioco. La Juve ha sicuramente più occasioni degli avversari, ma il Monaco è ben piazzato in campo e diventa pericoloso sulle ripartenze dei suoi giovani attaccanti. I ragazzi di Allegri hanno rischiato molto in avvio di partita, soprattutto per le incursioni in ripartenza dei monegaschi, ma poi dopo i primi dieci minuti la storia della partita è stata diversa.

La Juve in due diverse occasioni, prima con Tevez che sbaglia un pallone servito perfettamente davanti all'area piccola da Marchisio e poi con Vidal che quasi solo davanti alla porta la mette fuori. Il direttore di gara ha concesso un solo minuto di gioco. Nel primo tempo i migliori in campo per la Vecchia Signora sono Pereyra e Gigi Buffon.

>>>LE NOSTRE PAGELLE<<<

Secondo Tempo:

Bastano meno di dieci minuti alla Juventus per sbloccare il risultato nel secondo tempo. Per un fallo in area su Morata il direttore di gara ha concesso il rigore alla Juve. A realizzarlo è Arturo Vidal con un bel tiro alla destra del portiere. Juve 1 Monaco 0. Al 73' tra grandissimi applausi esce dal campo Andrea Pirlo per lasciare spazio a Barzagli: Allegri adesso è passato al 3-5-2. Il secondo tempo si gioca a fasi alterne in cui le due formazioni trovano in diverse occasioni l'opportunità per fare gol. La Juventus però gioca meglio in difesa e riesce a trovare anche qualche spazio in avanti. Il direttore di gara ha concesso 3 minuti di recupero. 

Gol: 

13' Vidal trasforma il rigore procurato da Alvaro Morata

Marcatori: Vidal, rigore (Juventus)

Formazioni Ufficiali

Juventus(4-3-1-2): Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Vidal, Pirlo, Marchisio, Pereyra, Tevez, Morata. 

Monaco(4-3-3): Subasic; Kurzawa, Carvalho, Abdennour, Raggi; Kondogbia, Fabinho, Moutinho; Dirar, Carrasco, Martial

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

  • Motociclista perde la vita dopo lo scontro con una macchina

Torna su
TorinoToday è in caricamento