Juventus: Elkann entusiasta di Pirlo, "Si può vincere lo scudetto"

Il dirigente della Juventus ha partecipato, come tradizione vuole, alla festa bianconera di Villar Perosa, con la maglia numero 21 addosso. Sugli scudetti revocati è d'accordo con Andrea Agnelli

John Elkann, alla Juventus da 5 stagioni

A margine della rituale amichevole che ieri si è giocata a Villar Perosa, tra la Juventus A e la Juventus B, John Elkann è tornato a parlare della questione parallela al calcio giocato, riguardo gli scudetti revocati e quelli da revocare: "Andrea Agnelli - dice il presidente di Fiat ed Exorr - ha agito coerentemente: noi chiediamo la parità di trattamento. Se non dovesse esserci, significherebbe che qualcuno ha da nascondere qualcosa. Non è il ruolo della Juventus quello di definire colpevoli o innocenti, ma vogliamo essere trattati tutti allo stesso modo". Ma il top del sarcasmo si raggiunge quando risponde indirettamente al presidente interista, Massimo Moratti, che aveva invitato, con ironia polemica, Andrea Agnelli a rilassarsi dal suo stress andando in vacanza. "Vedo disagio e consigli da parte di tutti. Quelli delle persone di una certa età vanno ascoltati, ma le vacanze della Juventus sono prescritte. C'é tanto da lavorare e quest'anno diventa la priorità".

Sul campo la Juventus di Antonio Conte hanno battuto i giovani della Primavera 4-1, facendo vedere bel gioco nonostante le tante assenza a causa delle partite con le nazionali. un ottimo precampionato dà tante emozioni per la stagione che sta per cominciare. Per Elkann la Juve è molto competitiva: "Si, si può vincere lo scudetto - afferma - Ci siamo rafforzati decisamente e abbiamo un allenatore che non sarà espertissimo, ma lavora con grande professionalità e soprattutto sa che cos'é lo spirito Juventus". Gli fa eco Antonio Conte che, chiamato in causa, conferma che le parole di Elkann "sono uno stimolo in più. So di avere grandi responsabilità soprattutto dopo le due ultime stagioni deludenti. Vincere però non è facile. Noi stiamo gettando le basi della casa, mentre gli altri già ce l'hanno".

Con la maglia numero 21 addosso, Elkann ammette che non è in ricordo di un campione come Zidane, ma è il 21 del neo acquisto Andrea Pirlo: "Pirlo è uno dei grandi acquisti e si vede dall'accoglienza riservata oggi". Non è ancora una Juventus completa, comunque, perché sono previsti altri due colpi di mercato: un difensore centrale (Alex, del Chelsea, è ritenuto il profilo ideale e potrebbe arrivare in prestito, soluzione assai probabile) e un esterno sinistro, con preferenza assoluta per Vargas, che i bianconeri continuano a trattare con la Fiorentina. Sempre i viola potrebbero essere i destinatari di una cessione importante, quella di Amauri, a patto però che Gilardino, promesso al Genoa, si trasferisca in Riviera. Se arriva, come pressoché certo, il difensore centrale, spunta l'ipotesi di spostare Chiellini esterno sinistro: questa, almeno, sarebbe la volontà di Conte, che vuole terzini bloccati per liberare il gioco sugli esterni con centrocampisti e attaccanti e fare girare palla iniziando da piedi buoni. Oggi si è aggregato alla squadra anche Arturo Vidal, appena rientrato dalle vacanze, che ha giocato soltanto una manciata di minuti. In evidenza ancora il giovane dell'estate, Cristian Pasquato: Conte potrebbe chiedere che resti a Torino, perché di esterni ha bisogno come il pane e il giovane ha dimostrato di saperci fare.

(ANSA)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento