Il ginocchio di Chiellini fa crack: stop di almeno cinque mesi, stagione a rischio

Lesione al crociato

Giorgio Chiellini

Almeno cinque mesi di stop, ma potrebbero essere molti di più e quindi significare stagione finita ancora prima di iniziare, per Giorgio Chiellini, difensore centrale e capitano della Juventus che oggi, venerdì 30 agosto 2019, ha riportato una lesione del legamento crociato anteriore.

"Nel corso dell'allenamento odierno - scrive la Juventus -  ha riportato la distorsione del ginocchio destro. Gli accertamenti diagnostici eseguiti presso il JMedical hanno evidenziato la lesione del legamento crociato anteriore. Sarà necessario intervenire chirurgicamente nei prossimi giorni".

Con Chiellini out, di fatto la Juve avrà bisogno di un difensore centrale in più. Daniele Rugani, quindi, potrebbe non cambiare casacca come ipotizzato in un primo tempo e restare in rosa insieme a De Ligt, Bonucci e Demiral.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiellini, che ha da poco compiuto 35 anni, aveva risolto, con il suo gol, la sfida della prima giornata in casa del Parma. Vista l'età avanzata alcuni ritengono che la sua carriera possa essere a rischio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

Torna su
TorinoToday è in caricamento