Il trionfo di "Pecco" Bagnaia: il pilota torinese è campione del mondo

Il titolo iridato festeggiato a Chivasso

Pecco Bagnaia. Foto di Bezelkarim, licenza cca by sa 4.0

È stata un'alba di trionfo quella vissuta questa mattina a Chivasso, per festeggiare il titolo mondiale 2018 della Moto 2 conquistato dal pilota Francesco Bagnaia detto "Pecco", nato a Torino nel 1997 e residente proprio a Chivasso. 

Con il terzo posto conquistato nel GP di Malesia, dietro al fratello di Valentino Rossi (da parte di madre) Luca Marini e al rivale nella classifica mondiale Miguel Oliveira, Bagnaia ha conquistato matematicamente in anticipo il suo primo campionato del mondo di motociclismo. 

In sella alla sua moto tedesca Kalex numero 42, nel team di Valentino Rossi Sky Team VR46, lo stesso appunto di Marini, Bagnaia succede quindi all'altro italiano Franco Morbidelli, campione del mondo 2017. Per il pilota torinese, l'anno prossimo il salto nella MOTO GP con il team PRAMACT Racing, in sella a una Ducati per un binomio tutto italiano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Bravo campione!!! ????????

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Intimidazioni e attentati, operazione contro la 'ndrangheta: 16 arresti

  • Cronaca

    Rapina nel supermercato: banditi armati di pistola fuggono col bottino

  • Cronaca

    Investita sulla ferrovia, circolazione bloccata

  • Cronaca

    Nascondevano la droga negli slip e vicino al bidone dell'immondizia: quattro arresti

I più letti della settimana

  • Daniele è stato ritrovato: un telespettatore chiama la trasmissione televisiva

  • Impresa Champions, Ronaldo festeggia al ristorante: per lui un'ovazione da star

  • Esce dall'ospedale e scompare nel nulla: che fine ha fatto Daniele?

  • Accoltella il vicino di casa al culmine di una lite su questioni condominiali: arrestato

  • Tragedia nel fiume: ripescato il corpo di un uomo, si è suicidato

  • Juventus-Atletico Madrid streaming e tv: dove vedere la partita di Champions League in diretta

Torna su
TorinoToday è in caricamento