Il trionfo di "Pecco" Bagnaia: il pilota torinese è campione del mondo

Il titolo iridato festeggiato a Chivasso

Pecco Bagnaia. Foto di Bezelkarim, licenza cca by sa 4.0

È stata un'alba di trionfo quella vissuta questa mattina a Chivasso, per festeggiare il titolo mondiale 2018 della Moto 2 conquistato dal pilota Francesco Bagnaia detto "Pecco", nato a Torino nel 1997 e residente proprio a Chivasso. 

Con il terzo posto conquistato nel GP di Malesia, dietro al fratello di Valentino Rossi (da parte di madre) Luca Marini e al rivale nella classifica mondiale Miguel Oliveira, Bagnaia ha conquistato matematicamente in anticipo il suo primo campionato del mondo di motociclismo. 

In sella alla sua moto tedesca Kalex numero 42, nel team di Valentino Rossi Sky Team VR46, lo stesso appunto di Marini, Bagnaia succede quindi all'altro italiano Franco Morbidelli, campione del mondo 2017. Per il pilota torinese, l'anno prossimo il salto nella MOTO GP con il team PRAMACT Racing, in sella a una Ducati per un binomio tutto italiano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Bravo campione!!! ????????

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Campo nomadi, demolite 28 baracche, roulotte e abitazioni abusive

  • Cronaca

    Funghi velenosi raccolti nel parco e mangiati: 15 intossicati in pochi giorni

  • Cronaca

    La pista di pattinaggio nel giardino preda dei vandali: danni ingenti, un ragazzo individuato

  • Cronaca

    Nascondeva la droga sotto le piastrelle di una giostra: pusher arrestato

I più letti della settimana

  • La rotonda è un delirio, traffico bloccato in gran parte della città

  • Pasticceri e pasticcerie migliori di Torino, i premi del Gambero Rosso

  • Carne in stato di decomposizione e cibi mal conservati: maxi multa allo storico locale

  • Un malore si è portato via Tony, increduli i suoi tantissimi amici

  • Autovelox da record: 15mila multe in un solo mese

  • Addio a Cosimo il panettiere: un grande lavoratore che lascia moglie e due figli

Torna su
TorinoToday è in caricamento