Dinamo Zagabria-Juventus 0-4: bianconeri bravi e fortunati, passa la paura europea

La Juve fatica per venti minuti, poi un gol rocambolesco spiana la strada al poker bianconero

La Juventus vince 0-4 in casa della Dinamo Zagabria la seconda partita di Champions League 2016-2017. Una vittoria ampiamente meritata per i bianconeri, che chiudono virtualmente la pratica in mezz'ora, poi dilagano con il primo gol stagionale di Dybala e infine sigillano il poker con un altro colpo di fortuna di Dani Alves.

Eppure la partita era iniziata con una Dinamo ben chiusa in difesa e la Juve incapace di trovare spazi di manovra e varchi per la conclusione. Tanto che nei primi venti minuti l'unico a provarci è Hernanes con un paio di tiri dalla distanza che si spengono più o meno ampiamente a lato. L'impressione che la Juve abbia davanti un'altra partita di sofferenza si fa strada, ma poi al 24' il match cambia volto: pasticciaccio brutto della difesa croata e di Sigali in particolare, palla che si impenna e Pjanic che approfitta con freddezza del regalo ricevuto. 

Il gol subito cambia per forza l'atteggiamento dei padroni di casa, che non possono più chiudersi e attendere i bianconeri, e si sbilancia in avanti. Due minuti dopo, un altro colpo di fortuna per la Juve: punizione di Soudani dalla trequarti sinistra, Schildenfeld stacca di testa e colpisce il pallone, Buffon è battuto ma a differenza dei 3 gol subiti su palle inattive in campionato stavolta la palla si stampa sulla traversa.

È il segno che dà morale alla Juve, che infatti alla mezz'ora segna il 2-0: lancio perfetto di Pjanic per Higuain, che stoppa di petto e insacca di piattone sinistro firmando il primo gol bianconero in Champions League. Dopo il raddoppio la Juve si libera di ogni preoccupazione.

Nel secondo tempo Allegri sperimenta cambi di modulo, inserendo prima Cuadrado in mediana e poi passando al 4-3-3 con l'ingresso dell'ex Pjaca per Barzagli. Nel frattempo Dybala si sblocca con una sassata di sinistro da venti metri che si infila finalmente in rete. E mentre Buffon fa stretching per scaldarsi nel finale arriva anche il 4-0: a firmarlo è Dani Alves con un altro colpo fortunato dopo quello di Palermo: punizione dal limite, deviazione della barriera e Semper che tocca goffamente ma non evita il quarto gol di una serata praticamente perfetta per la Juve.

DINAMO ZAGABRIA-JUVENTUS 0-4

RETI: 24' Pjanic, 31' Higuain, 11'st Dybala, 40'st Dani Alves.

Dinamo Zagabria (4-3-3): Semper; Situm, Sigali, Schildenfeld, Pivaric; Antolic (29'st Machado), Benkovic, Jonas (4'st Fiolic); Soudani, Fernandes (15'st Hodzic), Pavicic. All. Sopic.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli (25'st Pjaca), Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Hernanes, Pjanic (1'st Cuadrado), Evra; Dybala, Higuain (26'st Mandzukic). All. Allegri.

NOTE: nessun ammonito.

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scendono a cambiare la gomma a terra, passa un'auto e li travolge: due morti e un ferito

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento