Sestriere, torna la Coppa del Mondo donne: sulla Kandahar debutta il Parallelo

Un format che non è ancora disciplina olimpica ma che presto lo diventerà

La campionessa Sofia Goggia

Torna sulla pista Kandahar Giovanni Agnelli del Sestriere, la Coppa del  Mondo di sci alpino femminile. Il 18 e 19 gennaio andranno in scena due giorni di sfide in cui le regine dello sci internazionale saranno le assolute protagoniste.

L'ultimo appuntamento a Sestriere - che intanto pensa ai Mondiali - con il Circo Bianco risale a dicembre 2016, quando vi furono un gigante e uno slalom femminile: evento che diede la spinta a una stagione molto positiva per il turismo e ci si aspetta che quest'anno la cosa si ripeta. La Coppa del Mondo sarà sostenuta dalla Regione Piemonte con un contributo di 450mila euro.

La novità

E sportivamente parlando, questa volta ci sarà una bella novità nelle due giornate di gara. Debutta infatti per la prima volta il Parallelo: una new entry nel calendario femminile che finora aveva visto solo Slalom Paralleli  mentre questa sarà la prima volta di un Gigante Parallelo. Una competizione che si svolgerà sempre sulla Kandahar nella seconda giornata, dopo quella che vedrà lo Slalom Gigante, e che certamente entusiasmerà gli spettatori e che già incuriosisce gli organizzatori e gli addetti ai lavori. Il Parallelo non è ancora un format olimpico ma prossimamente la Fis dovrebbe inserirlo al posto della Combinata Alpina. 

Non solo sci

Ma la due giorni di sport sarà in realtà l'occasione per chi salirà al Colle, di trascorrere 48 ore all'insegna del divertimento. Saranno moltissimi gli eventi e le attività collaterali aperte al pubblico che ruoteranno attorno alle competizioni. La piazza della premiazione sarà il fulcro di tutto e le aree pedonali verranno invase da stand, sponsor tra momenti di animazione e di musica.

Giorgio Rocca

Inoltre Giorgio Rocca, ex campione di sci e oggi imprenditore, proporrà per i visitatori, l'Esperienza Vip. Sarà possibile infatti vivere "il dietro le quinte" la Coppa del Mondo, vedendo da vicino le emozioni dell'atleta e come si svolge la sua giornata di gara e seguendo la competizione nei punti speciali a metà tracciato. "Oggi per la Coppa del Mondo l'organizzazione è molto diversa rispetto agli anni 90, quando sciavo io - ha detto Rocca -. Oggi l'evento sportivo è più 'sul pezzo' e presenta un aspetto assolutamente innovativo: non solo sport ma anche tanti altri eventi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento