Cala il sipario sugli European Masters Games: la prossima edizione sarà a Tampere

Domenica il passaggio di bandiera

La cerimonia di chiusura degli EMG 2019

Con la cerimonia di chiusura al Games Center, in cui la bandiera degli European Masters Games è stata consegnata alla città finlandese di Tampere, paese ospitante del 2023, si è conclusa la IV edizione dell'evento riservato agli over 35 che quest'anno si è svolto a Torino.

Numeri record

Erano 7500 gli atleti iscritti, di cui 2000 donne e 5500 uomini. In gara nel beach volley anche la sindaca di Torino, Chiara Appendino. La maggior parte dei partecipanti appartenevano alle categorie 40-50 anni e 50-60 anni. Sono stati 75 i paesi rappresentati, tra cui spiccano naturalmente l’Italia - con circa 3mila atleti -, la Germania e la Russia. Ma anche Sud Africa, Mongolia, Australia, UK, USA e Repubblica Ceca. 

Tante le medaglie assegnate, molti i protagonisti che si sono distinti in questi giorni, non solo per le performance sportive ma anche per le storie personali: tra questi il 93enne ceco Vaclav Hejda, l’atleta più anziano, oro nel salto in lungo e doppio argento nei 100 metri e nel getto del peso Kg 3. Tra gli italiani, il 92enne Vittorio Nocilli ha indossato la maglia del meno giovane, conquistando un bronzo nel tiro a segno (50 mt Rifle Prone, categoria 70+). Nelle donne, la bulgara Rozka Stancheva, con i suoi 87 anni è stata la donna più anziana dei Giochi, oro nel salto in lungo nella
categoria 85+ e nel lancio del disco (0,75 Kg).

La soddisfazione degli organizzatori

“Siamo molto soddisfatti dell’ottima riuscita dell’evento – commenta Fabrizio Benintendi, Presidente del Comitato Organizzatore degli EMG Torino 2019. Un doveroso grazie va a tutti i volontari, senza i quali nulla sarebbe stato possibile, agli atleti, che hanno dimostrato dentro e fuori dai campi di gioco che l’età non è un limite per raggiungere i propri obiettivi e inseguire le proprie passioni. La soddisfazione più grande è quella di essere riusciti a portare lo sport nei luoghi aulici della città e del Piemonte, dalla Reggia di Venaria a Piazzetta Reale, offrendo uno spettacolo unico agli atleti”.

La maratona alla Reggia di Venaria

L’evento è proseguito fino a domenica mattina - 4 agosto - con la mezza maratona alla Reggia di Venaria, che ha visto la vittoria tra gli uomini dell’italiano Alessio Morellato - già vincitore della gara di triathlon di ieri sera) con un tempo di 1:16:27. Tra le donne vittoria dell’inglese Deborah Whiston con un tempo di 1:29:36. Da segnalare la prova della nostra connazionale Franca Monasterolo, classe 1943, che ha
portato a termine la gara con un tempo di 2:08:35.

Hanno chiuso gli eventi sportivi del calendario degli EMG le finali di tiro con l’arco, che hanno visto trionfare Matteo Fissore, oro nella categoria M30+ specialità Recurve. Fissore è la giovane promessa azzurra che parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Nella categoria M70+ specialità Compound il sudafricano Kramer Ganther si è imposto sugli italiani Luciano Ravazzani e Pardo Palumbo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

Torna su
TorinoToday è in caricamento