Calciomercato Juventus, Pirlo ad un passo. Buffon resta?

Giuseppe Marotta e Tullio Tinti, agente del centrocampista del Milan, si sarebbero già incontrati a Vinovo. Il manager del portiere bianconero, nel frattempo, conferma la volontà del giocatore di restare a Torino

La Juventus e Andrea Pirlo sono sempre più vicini. Il direttore generale dei bianconeri Giuseppe Marotta, secondo quanto riporta 'Sky Sport', avrebbe infatti incontrato a Vinovo Tullio Tinti, manager del regista bresciano. L'ex centrocampista di Brescia e Inter è in scadenza di contratto con il Milan e un suo rinnovo appare sempre più improbabile. La 'Vecchia Signora' si fa quindi più bella, l'arrivo di Pirlo però potrebbe significare il mancato riscatto di Aquilani. Già perché entro il 15 maggio la Juventus dovrà decidere se acquisire o meno la totalità del cartellino dell'ex giocatore del Liverpool. Beppe Marotta cerca uno sconto, 16 milioni di sterline in prezzo prefissato per l'operazione sembra tante per le casse bianconere. La deadline si avvicina e la Juve vorrebbe chiudere per 12 milioni, non di più.

Se il centrocampo rimane un'incognita, a difendere la porta bianconere anche l'anno prossimo ci sarà Gianluigi Buffon almeno secondo  Silvano Martina, agente del portiere che in un'intervista a 'Romagiallorossa.it' a così dichiarato: "Ribadisco ancora una volta che non esiste alcuna trattativa per portare Buffon alla Roma e che non ho mai parlato con alcun dirigente giallorosso di questa eventualità. Gigi è felice di restare a Torino ancora a lungo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento