Airaschese, pareggio nei play-off nazionali ed ora trasferta al "Romeo Menti"

I biancorossi di mister Fabio Nisticò hanno impattato 0-0 in casa contro la corazzata Real Vicenza ed ora si recheranno nella prestigiosa cornice per la sfida di ritorno in programma mercoledì sera

Dopo aver eliminato un po' a sorpresa sia il Lucento che la Pro Dronero nella fase regionale, l'Airaschese di mister Fabio Nisticò ha strappato l'accesso ai play-off nazionali di Eccellenza, con il palio la promozione in Serie D. Nel pomeriggio di domenica, all'interno del più accogliente impianto di Cumiana, i biancorossi hanno ospitato la corazzata veneta del Real Vicenza impattando per 0-0 e conquistandosi la possibilità di andare in trasferta al "Romeo Menti" mercoledì sera con due risultati su tre a strizzare loro l'occhio per il passaggio del turno.

Quanto di meglio l'Airaschese potesse chiedere, al cospetto di una formazione che si è confermata meritevole di ben altre categorie. O forse no, perché nel finale - quando l'undici di casa ha avuto la forza di mettere la testa fuori dal guscio dopo una partita di preventivata sofferenza - l'occasione più golosa dell'intero match è capitata sui piedi del bomber biancorosso Cravetto. Abile a conquistarsi un macroscopico calcio di rigore sugli sviluppi di un corner, molto meno a sparacchiare un metro sopra la traversa dal dischetto quando il cronometro segnava ormai 4' alla conclusione delle ostilità. Ma, in vista della sfida di ritorno, il passaggio del turno rimane decisamente in bilico.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      La vita di Marina portata via da un ubriaco: resteranno i suoi gol

    • Incidenti stradali

      Completamente ubriaco al volante tampona un'auto: donna in ospedale

    • Cronaca

      Denuncia per stupro otto torinesi, ma è solo una ripicca

    I più letti della settimana

    • Villar Perosa, è il giorno della tradizionale amichevole: attesa per Matuidi

    Torna su
    TorinoToday è in caricamento