Quando il Piemonte venne annesso alla Francia Napoleonica

Torino sotto il dominio dei francesi

immagine di repertorio

21 settembre 1802, Torino e il Piemonte vengono annessi alla Francia. Ecco com’è andata.

La prima Campagna d’Italia

La Francia rivoluzionaria che aveva attaccato il Regno di Sardegna vede il suo esercito sconfitto sulle montagne piemontesi sul Monte Authion e Seez  (1794). Il giovane generale Napoleone Bonaparte cambia strategia, per attaccare il Piemonte non passerà  dalle montagne, dove l’esercito piemontese è imbattibile,  ma passerà dalla Repubblica di Genova. Inizia la Campagna d’Italia.
Gli austriaci e i piemontesi vengono sconfitti  a Loano e poi a Montenotte, a Cosseria e a Mondovì. L’esercito piemontese è distrutto. 

L’armistizio di Cherasco

L’armistizio viene firmato il 28 aprile 1796 a Cherasco. 
Il regno di Sardegna cede alla Francia Nizza, l’alta Savoia, le fortezze di Ceva, Cuneo e Tortona ed inoltre, si impegna a restare neutrale e a permettere il libero passaggio dell’esercito francese sul suo  territorio.
Nelle campagne di tutto il Piemonte, per la miseria generale provocata dalla guerra, si susseguono ribellioni , aizzate anche dalla Francia.   
Carlo Amedeo IV esiliato in Sardegna

Il 16 Ottobre 1796 muore il Re Vittorio Amedeo III a cui succede Carlo Emanuele IV. I francesi vogliono però rafforzare la loro presa su Torino e il Piemonte e il 9 Dicembre 1798  costringono il Re ad andare in esilio in Sardegna.  
Mentre Napoleone è impegnato nella Campagna d’Egitto tornano gli austriaci e il 26 Maggio 1799 riprendono Torino, aiutati anche dalle Guardie Civiche Torinesi. Dopo la Campagna d’Egitto però torna Napoleone con la seconda Campagna d’Italia. Il 14 giugno 1800 sconfigge gli austriaci a Marengo e riprende Torino. 

21 settembre 1802, il Piemonte è annesso alla Francia

Il Piemonte diventa parte della Repubblica Subalpina, ma il 21 settembre 1802 viene annesso alla Francia. 95.000 piemontesi vengono arruolati nelle armate imperiali, molti finiranno nella Campagna di Russia ed in pochi torneranno.
Solo nel 1814, caduto Napoleone, il Congresso di Vienna ristabilisce l’ordine in Europa. I Savoia rientrano a Torino e il Regno di Sardegna si ingrandisce con l’annessione della Liguria.  

Quali territori comprendeva il Regno di Sardegna e quanti erano gli abitanti?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco i territori del Regno nel 1819 con i relativi abitanti: 
Piemonte, Savoia , Monferrato, Vigevanasco, Lomellina e Nizza. Abitanti 3.439.785.
Sardegna. Abitanti 520.000.
Liguria. 500.000 abitanti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

Torna su
TorinoToday è in caricamento