Acqua e limone al mattino per dimagrire, fa bene o no?

Sono numerose le controindicazioni di questo metodo molto diffuso per depurare l'organismo

Bevi un bicchiere d'acqua calda e limone, prima di fare colazione...Quante volte ci hanno ripetuto questo consiglio indicandocelo come una vera e propria manna, una panacea, un toccasana per aiutare il nostro organismo.

Iniziare la giornata bevendo un bicchiere d'acqua e limone fa davvero bene? 

Sono tanti quelli che bevono acqua e limone, caldi al mattino, a digiuno, prima di fare colazione. L'obbiettivo perseguito e lo spirito con il quale si assume appena svegli questo agrume ricco di vitamina C è quello di depurare il nostro corpo da tossine e scorie in eccesso grazie alle supposte proprietà alcalinizzanti ed  a quelle drenanti del limone, capaci di accelerare l'attivazione del metabolismo, riuscendo a favorire il dimagrimento. 

Molti casi confermano che si tratta di una leggenda metropolitana. Anzi, assumere acqua e limone a stomaco vuoto può causare irritazioni. 

Perchè fa male bere acqua calda e limone al mattino:

L'acido citrico, aumentando l'acidità e abbassando il pH, può danneggiare la mucosa gastrica soprattutto nei pazienti affetti da gastrite. L'assunzione di limone a stomaco vuoto è spesso causa di irritazioni, anche in individui sani. 

Le tanto decantate proprietà alcalinizzanti di cui si godrebbe maggiormente bevendo acqua e limone al mattino sono completamente infondate, proprio come i presunti vantaggi per avere una funzionalità più regolare dell'apparato gastro-intestinale, come i benefici per pelle e per il nostro sistema immunitario. 

Sono decisamente più accertati gli svantaggi:

  • l’assunzione prolungata di acqua e limone può nuocere al cavo orale a causa dell’azione erosiva dell’acido citrico a carico dello smalto dei denti.
  • Non aiuta a dimagrire, stimolando il metabolismo: il limone contiene vitamina C e sali minerali. 
  • Nessuna di queste sostanze ha un effetto dimagrante
  • Non serve a disintossicare o a drenare l’intestino
  • Negli individui sani può portare a disturbi come esofagite, ulcere, gastriti
  • Non è indicato nei pazienti affetti da gastrite, ulcere o esofagite da reflusso gastroesofageo: a seguito dell’attivazione della pepsina, enzima dello stomaco che scompone le proteine, si potrebbe aggravare la situazione
  • Non ha reali proprietà alcalinizzanti
  • Può danneggiare lo smalto dei denti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

  • Incidente di cantiere: autostrada chiusa in un senso, previsione riapertura in 48-72 ore

Torna su
TorinoToday è in caricamento