Venaria, primi trasferimenti alla nuova sede del Polo Sanitario

Si comincia dall'amministrazione

Sono cominciati oggi a Venaria i primi trasferimenti dalla vecchia sede distrettuale di Via Silva al nuovo Polo Sanitario. A spostarsi, in questa prima fase, sono i servizi amministrativi, in particolare gli uffici e i servizi distrettuali, compresa la direzione di distretto, che non hanno attività di sportello al pubblico.

Procede dunque come da cronoprogramma il completamento della nuova struttura di via Don Sapino 152 che, a conclusione delle opere urbanistiche da parte del Comune e con la riorganizzazione dei trasporti, proseguirà gradualmente con il trasferimento del servizio delle Cure domiciliari, gli ambulatori di Psicologia e Neuropsichiatria Infantile, il Poliambulatorio specialistico e le attività consultoriali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Successivamente si procederà con le attività sanitarie attualmente situate in piazza Annunziata: il Punto di primo intervento, la Radiodiagnostica, il Day Hospital e la degenza. In un secondo momento avverrà infine lo spostamento del Cup e del Centro prelievi attualmente in via Zanellato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Ambulante positivo al coronavirus va al mercato a vendere frutta e verdura: denunciato

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Uccide una donna a colpi di pistola nel piazzale del supermercato, poi si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento