Rischiava di soffocare a causa di un grosso tumore: salva grazie all'Ecmo

L'eccezionale intervento al pronto soccorso delle Molinette

È arrivata in pronto soccorso con una voluminosa massa tumorale in trachea che stava per soffocarla ma è stata salvata grazie a un intervento con uso di Ecmo in emergenza.
Un'operazione che avviene per la prima volta presso le sale del reparto di Anestesia e Rianimazione del Pronto soccorso dell'ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, su una paziente di 72 anni con capacità respiratorie ormai praticamente nulle.

Il tumore ostruiva la parte bassa della trachea quasi del tutto, lasciando uno spazio respiratorio di solo 1 millimetro: cosa che non avrebbe consentito l'intubazione orotracheale e la ventilazione per la paziente. Grazie all'Ecmo, un circuito extracorporeo in grado di sostenere esternamente la funzione respiratoria ossigenando il sangue della paziente, è stato possibile addormentare la donna e permettere a Marco Bardessono e a Mauro Mangiapia, della Pneumologia - diretta dal professor Carlo Alberta - , di liberare completamente le vie aeree in broncoscopia.

Un' operazione avvenuta in modo non invasivo, in una situazione di arresto respiratorio protrattosi per più di due ore. L'intervento in collaborazione multidisciplinare è tecnicamente riuscito. La paziente attualmente sta bene e presto verrà dimessa dall'ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento