Slitta la nuova Ztl, il Comune: "Partirà quando i bus saranno potenziati"

E nasce la pagina Facebook "Centro Aperto"

Una delle tante proteste No Ztl davanti a Palazzo Civico

L'amministrazione fa retromarcia e decide di far slittare ancora l'arrivo della nuova Ztl. Almeno fino a quando il trasporto pubblico sarà sufficientemente potenziato grazie all'arrivo dei nuovi mezzi. Presumibilmente si parla della prossima estate. Il centro di Torino quindi, continuerà ad essere off limits solo dalle 7.30 alle 10.30. Se nei piani del comune - quelli che non garbano ai commercianti che gestiscono un'attività nel cuore della città e che temono un sostanzioso calo d'affari - c'è un'estensione del divieto d'accesso fino alle 19.30, con un ticket d'ingresso al costo di 5 euro e due ore di sosta gratuita per l'auto, cambia però la comunicazione.

Non si parla più infatti di "Ztl a pagamento" ma di "Centro aperto". Una risposta che arriva dall'assessora alla Viabilità e ai Trasporti Maria Lapietra, con tanto di pagina Facebook omonima, per contrastare il comitato "No Ztl prolungata a pagamento" da sempre contro il progetto. Un'operazione che vuole comunicare un messaggio diverso, rispetto a quello passato mesi addietro: l'amministrazione vuole aprire il centro città, non chiuderlo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento