Tav, non cambia nulla: partono gli "avis des marchés"

Lunedì 11 marzo il consiglio di amministrazione di Telt

Va avanti la telenovela del Tav. Il vicepremier Luigi Di Maio, dopo l'invio della lettera che il presidente Giuseppe Conte ha inviato venerdì 8 marzo a Telt - la società che si occupa della realizzazione della linea ad alta velocità Torino-Lione -, parla di "grande successo" del M5S ma in realtà nei fatti, non sembrerebbe essere cambiato nulla. Con la sua missiva, Conte prende solo tempo e - facendo riferimento alla nuova analisi costi-benefici - con essa invita la società italo-francese ad astenersi, con effetti immediati, da ogni ulteriore azione che possa produrre, a carico dello Stato italiano, vincoli giuridici. Ha anche specificato che il Governo si impegnerà a "ridiscutere integralmente il progetto" con Francia e Unione Europea, in modo tale da non perdere, nel frattempo, i finanziamenti europei già stanziati. 

Una lettera che però non ha il potere di fermare o di rinviare i famosi bandi, infatti Telt ha già risposto che "in assenza di atti giuridicamente rilevanti che abbiamo previsto che il Consiglio di Amministrazione fissato per l’11 marzo 2019 (oggi, ndr) autorizzi la Direzione a pubblicare gli “avis de marchés” (inviti a presentare candidatura) relativamente agli interventi dei lotti francesi del tunnel di base, in modo da rispettare il termine del 31 marzo per la presentazione alla Commissione del finanziamento per l’anno 2019 (ASR 2019)”.

Ma gli "avis de marchés", sono differenti dai bandi di gara e non sarebbero vincolanti secondo il premier: con questi ci si limiterà unicamente a svolgere mere attività preliminari. E in ogni caso esiste la clausola di dissolvenza che in futuro, permetterà eventualmente di bloccare i bandi. Quindi tra la pubblicazione degli avis de marchés e i bandi di gara, per i quali ci vorrà l'avallo del governo, passeranno ancora sei mesi. L'opera dunque non si blocca e in ogni caso, come ha sottolineato nelle ultime ore Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, per fermare l'opera "serve un passaggio parlamentare". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Poco da discutere, il m5s non può sempre mettersi a 90 per Salvini, se la tav non si fa, non si fa, punto inutile perdere tempo, sarebbe stato meglio farlo processare, voi lo avete aiutato e lui ringrazia volendo comandare da solo

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Perde il controllo della moto sull'asfalto viscido: centauro muore sul colpo

  • Cronaca

    Tragedia in cantiere: operaio muore sotto il crollo di uno scavo

  • Cronaca

    Carrozzeria devastata da un incendio: due operai intossicati

  • Attualità

    La mongolfiera di Borgo Dora continuerà a volare: c'è un compratore

I più letti della settimana

  • Più 42 nuovi negozi e 600 addetti: Settimo Cielo è il parco commerciale più grande d’Italia

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Investita all'ultimo mese di gravidanza: caccia al pirata della strada. Poi parto miracoloso in ospedale

  • Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Una città intera piange Mattia: aveva solamente sei anni

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 25 e domenica 26 maggio

Torna su
TorinoToday è in caricamento