Cantieri, sgravi per i commercianti: il Consiglio comunale dice sì 

Approvate due mozioni di Magliano (Moderati) 

Il Consiglio comunale di Torino ha approvato all’unanimità due mozioni del capogruppo dei Moderati, Silvio Magliano. Si tratta di due atti a favore dei commercianti che da mesi sono costretti a fare i conti con i disagi causati dai cantieri. Uno sull’estensione degli sgravi relativi ai tributi locali (Tari, Cimp e Cosap) a tutte le vie interessate dal cantiere di corso Grosseto e una relativa all’esonero dal pagamento della tassa sul suolo pubblico in occasione delle feste di via, per le attività commerciali situate in aree di lavori in corso. 

Il primo documento, che impegna a prevedere sgravi già nel 2018 o al più tardi nel 2019, prende in considerazione le seguenti vie: controviale ovest di corso Potenza (da via Terni a via Latina), controviale nord di corso Grosseto (da imbocco tangenziale a via Ala di Stura e da via Fea a via Vaninetti), controviale sud di corso Grosseto (da via Casteldelfino a via Bibiana), via Stradella (da via Lucento al civico 193, in entrambi i sensi di marcia), via Lulli (da via Orbetello a via Massari), corso Grosseto (da via Banchette a via Roccati – lato est – numeri pari. Il testo del documento è stato coordinato con emendamenti proposti dal capogruppo della Lega Fabrizio Ricca e un emendamento della maggioranza.

A proposito invece della mozione relativa all’esonero dal pagamento della tassa sul suolo pubblico per le feste di via, la Giunta valuterà una riduzione pari all'80% per tutte quelle attività commerciali che, in sede fissa, vivono situazioni di disagio per via dei cantieri. 

"Per i commercianti è finalmente una buona notizia. - ha commentato soddisfatto Magliano -. Mi fa particolarmente piacere questo risultato perché è frutto di un eccellente lavoro di squadra. Il mio grazie sincero al Gruppo dei Moderati in Circoscrizione 5. Per quanto riguarda il voto in Sala Rossa invece, non posso che prendere atto della scelta, da parte di alcuni colleghi dell’opposizione, di non partecipare al voto. Mi spiace soprattutto perché ritengo che sarebbe stato più urgente aiutare gli esercenti - ha poi concluso - che non ribadire per l’ennesima volta l’inadeguatezza, da tutti riconosciuta, di questa Giunta” .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Travolta da un'auto mentre attraversa la strada: morta sul colpo

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

  • Colpo grosso nella villa dell'imprenditore: i ladri portano via gioielli per 80mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento