Migranti, Chiamparino: "Ci vuole una politica europea: il braccio di ferro non serve"

Stasera sarà in piazza al presidio "Aprite i porti"

Ci sarà anche Sergio Chiamparino in piazza Castello, questa sera, alla manifestazione "Aprite i porti" "organizzata dal Coordinamento "Mai più fascismi".

"Farò di tutto per partecipare al presidio - ha dichiarato il governatore del Piemonte - ma dire di aprire i porti non basta: l’Europa deve organizzare corridoi umanitari, contrastando i trafficanti di persone e gli scafisti e organizzando l’accoglienza e l’inserimento in tutti i paesi europei".

La vicenda dell'Aquarius, la nave con a bordo 629 migranti, fermata dal governo Salvini e alla fine accolta dal governo spagnolo, è argomento caldo, in questi ore, nella politica torinese. "La strada intrapresa dal "governo Salvini" é solo un modo per spostare quello che viene considerato un fastidioso problema anziché un’emergenza umanitaria. Il braccio di ferro non serve - aggiunge il presidente della Regione -.É una strada sbagliata, sia perché così facendo si gioca una cinica partita sulla pelle di chi arriva nei nostri porti spinto dalla povertà e dalla disperazione, sia perché non si creano le basi per costruire politiche di lungo termine a livello europeo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Carne e pesce in cattivo stato di conservazione: denunciato titolare di un negozio

  • Coronavirus, sei i casi di positività in Piemonte: uno accertato e cinque probabili

Torna su
TorinoToday è in caricamento