Roghi, Comune: "La Regione monitori e tuteli la salute di chi vive nelle vicinanze"

Approvato in Sala Rossa un ordine del giorno relativo al problema dei roghi tossici nelle baraccopoli in città

Un piano di biomonitoraggio per evidenziare eventuali differenze tra i cittadini residenti nelle aree adiacenti alle baraccopoli e chi vive più lontano da queste zone, dove spesso vengono appiccati incendi per bruciare materiali di varia composizione. È l'ordine del giorno appena approvato all'unanimità in Sala Rossa che invita la sindaca Appendino e la sua giunta ad attivarsi presso la Regione Piemonte affinché sia individuato un adeguato procedimento a questo proposito.

 "Nel caso in cui i monitoraggi evidenziassero differenze sostanziali - spiega l'atto approvato in Consiglio -, tali da destare preoccupazioni, si chiede di sollevare il problema in tutte le sedi opportune, al fine di “intraprendere le giuste iniziative, nel minor tempo possibile, per la tutela della salute".

Un emendamento all'ordine del giorno – proposto da Federico Mensio del M5S e approvato dalla Sala Rossa – propone di monitore anche chi lavora o fa volontariato in aree in adiacenza o prossimità delle baraccopoli: " C'è l’esigenza di tutelare la salute di tutti - ha detto -, anche dei lavoratori Amiat e di chi opera nei canili di via Germagnano". 

Il documento chiede inoltre che la Regione Piemonte individui un progetto di monitoraggio ambientale dell’area, strettamente connesso con la qualità dell’aria, che preveda l’installazione di stazioni di rilevamento come in piazza Rebaudengo, valutando la possibilità di predisporre, sul sito del Comune e delle Circoscrizioni di Torino, ove sono presenti le baraccopoli, una pagina web con il riepilogo delle concentrazioni rilevate, preferibilmente in base agli orari della giornata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno nella notte: bruciano cataste di carta nella ditta, le ceneri volano sui balconi

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento