Paolo Giordana in prova: progetterà un baby parking per una onlus

L'ex braccio destro di Appendino eviterà il processo

Paolo Giordana, ex capo di gabinetto della sindaca Appendino, progetterà un baby parking per una onlus che dà assistenza e supporto a famiglie italiane e straniere. La procura di Torino - nell'ambito del procedimento legato alla multa Gtt da 95 euro presa da un amico che Giordana avrebbe cercato di far annullare, chiedendo un favore all’allora amministratore delegato della società di trasporti Walter Ceresa - ha dato parere favorevole alla sua 'messa alla prova'. Così come a quella di Walter Cerasa e ad altri due funzionari. In questo modo il processo è di fatto sospeso e qualora l'esito delle esperienze fosse positivo, verrà pronunciato il proscioglimento per estinzione del reato. 

Giordana avrebbe chiesto di lavorare per l'Agenzia per lo Sviluppo locale di San Salvario, occupandosi in particolare, del progetto per l'allestimento di un 'baby parking' in cui ospitare i bambini. Ma i guai per Giordana non sono ancora finiti. L'ex braccio destro della sindaca risulta indagato per i gravi episodi in piazza San Carlo  e per la vicenda Ream. L'ex ad Gtt Ceresa invece, sempre secondo indiscrezioni, lavorerà in una struttura che si occupa di tossicodipendenti mentre i due funzionari, in una onlus di assistenza a bimbi con disabilità.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Trasporto pubblico locale, domani tram e bus si fermano per 4 ore

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento