Il Comune verso la laicità, Viale: "Niente crocifisso in Sala Rossa"

La delibera sottoscritta dal vicecapogruppo del Pd potrebbe essere messa ai voti la prossima settimana. Viale: "Il crocifisso in aula non rappresenta tutti i cittadini"

La Sala Rossa verso la laicità. La delibera, sottoscritta dal vicecapogruppo del Pd Silvio Viale, chiede espressamente di togliere il crocifisso dall'aula dove si riunisce il consiglio comunale e, dopo anni di tentativi, lunedì prossimo potrebbe essere messa ai voti.

"Non è un'azione contro il crocifisso in sè - mette in chiaro Viale - ma contro la sua presenza in una sala che rappresenta tutti i cittadini, di nessuna o qualunque fede religiosa". A detta del vicecapogruppo del Pd "marchiare" il consiglio comunale con il simbolo della religione cattolica è un atto irrispettoso nei confronti dei fedeli ad altre confessioni religiose, cristiane oppure no, o semplicemente degli atei.

Ed è ciò che viene spiegato nella delibera stessa dove sono ricordati la storia della Sala Rossa e l'articolo 3 della Costituzione in particolare, che sottolinea l'uguaglianza tra i cittadini, senza alcuna distinzione di religione. Di qui la conclusione: il fatto cioè che il crocifisso non ha alcun collegamento con la storia dell'aula comunale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ma questo Viale chi è ? Chi lo ha messo lì? Che si tolga il crocifisso da casa sua e non rompa le scatole, abbia rispetto per chi crede in un Dio che ci ha dato la possibilità di stare su questa Terra........anch'io molte volte ho dubbi nella fede ma sarei tanto contento vedere questo signore con la testa chinata davanti al cospetto del mio Dio ...che goduria!

  • Se la laicità rappresenta l'indipendenza da qualsiasi chiesa o ideologia, perchè Viale, tutte le volte che ne ha voglia, può cantare "Bandiera Rossa" o "Bella ciao"? Neppure i due coretti citati rappresentano tutti i cittadini; anzi...

  • Questi sì che sono problemi

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Maxi-confisca ai nomadi indagati per reati: requisiti beni per due milioni

  • Cronaca

    Il broker dei vip è tornato a casa, adesso è caccia ai milioni scomparsi

  • Cronaca

    VIDEO - Un cervo in fuga per le vie di Barriera di Milano

  • Politica

    Elezioni amministrative, alle urne l'11 giugno 31 comuni del Torinese

I più letti della settimana

  • Parco Dora, inizia il recupero della vasta area industriale dismessa

  • Tagli alla cultura, Appendino: "Scelta obbligata: abbiamo salvato 600 posti al nido"

  • Esenzione dal ticket sanitario per reddito, prorogata la validità

  • Varato il bilancio 2017: ridotti i fondi per la cultura, aumentati quelli per strade e periferie

  • Appendino chiede 61 milioni al governo. Fassino: "Soldi in più grazie alla giunta precedente"

  • Elezioni amministrative, alle urne l'11 giugno 31 comuni del Torinese

Torna su
TorinoToday è in caricamento