Il consigliere Magliano multato per un "appendino" di protesta: è affissione abusiva

La sanzione supera i 400 euro

È una situazione paradossale quella in cui si è trovato il capogruppo dei Moderati a Palazzo Civico, Silvio Magliano. Il consigliere si è visto infatti recapitare a casa, dai vigili, una multa di 421 euro per affissione abusiva, per aver attaccato cioè un appendino giallo, allo stallo numerato del parcheggio riservato di una ragazza disabile a cui verrà tolto il posto auto e che aveva segnalato il fatto.

Si tratta di una forma di protesta ironica con cui Magliano segnala, sul territorio della città, le mancanze dell'amministrazione Appendino e per la quale è stato evidentemente punito. In due anni di grucce con la scritta "Sindaca dove sei?" ne sono state appese 13, per segnalare zone di spaccio, strade da sistemare o pericolose e qualunque problematica evidenziata dai cittadini che generalmente Magliano prende a cuore. 

"E' assurdo che un consigliere, quando segnala con ironia dei disservizi, venga multato - ha detto Magliano -. La ragazza non ha più diritto allo stallo numerato perché è andata a vivere sola, accanto ai genitori. E siccome non è più residente con chi l'accompagna, in base a una delibera che combatto da due anni, non ne ha più diritto anche se l'auto è sua". Magliano ha affermato di essere disposto a pagare e a non fare ricorso se la delibera verrà modificata "aiutando, in questo modo, tutti coloro si trovino nella situazione di questa ragazza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

Torna su
TorinoToday è in caricamento