Cerutti (Sel): "Interrogazione sulla crisi della Berco"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Con una semplice mail inviata a trenta minuti dall'incontro convocato con i sindacati e le rsu, l'amministratore delegato della Berco, Lucia Morselli, ha comunicato l'apertura della mobilità per 611 lavoratori dell'azienda su tutto il territorio nazionale e la chiusura dello stabilimento di Busano Canavese.

Il Gruppo consiliare in Regione Piemonte di Sinistra Ecologia Libertà ha presentato un'interrogazione all'assessora al lavoro Claudia Porchietto chiedendo quali azioni siano state messe in atto per contrastare l'ennesimo dramma lavorativo che sta subendo il nostro territorio.
Nella risposta che ci è stata fornita questa mattina ci è stato comunicato che è previsto per venerdì un tavolo presso il Ministero dello Sviluppo Economico convocato per trattare della crisi aziendale, in cui sembrerebbe aprirsi qualche spiraglio con una rivalutazione da parte dell'amministratore delegato del piano industriale. In particolare si potrebbe aprire una trattativa a parte per lo stabilimento di Busano Canavese.

I lavoratori piemontesi hanno già subito due anni di cassa integrazione e un taglio, sempre negli ultimi due anni, di 40 dipendenti. Siamo consapevoli che la situazione sia grave per l'intero territorio nazionale, ma siamo convinti che sia necessario fare tutto il possibile per impedire il ridimensionamento di una realtà produttiva che appartiene alla storia e al presente del nostro paese, con bilanci in attivo e una solida proiezione sui mercati esteri.

Torna su
TorinoToday è in caricamento