Convention Pd, Matteo Renzi chiude i lavori ed elogia Torino

Nella tre giorni di congresso, ad assistere agli interventi di ministri e personalità politiche, circa cinquemila persone

Renzi nel discorso di chiusura

"Nelle scorse settimane hanno cercato di distruggere il Pd perché c'è stato un momento di debolezza innanzitutto mia. Ma non si sono accorti che c'è una solidità e una forza che esprime la comunità del Pd, indipendentemente dalla leadership". Lo ha detto Matteo Renzi, chiudendo i lavori della terza e ultima giornata della convention che da venerdì 11 marzo si svolge al Lingotto. L'ex premier si è detto soddisfatto della grande partecipazione in sala: "C'è stato un botto di gente", ha commentato sorridente.

Cinquemila persone, secondo gli organizzatori, hanno assistito al Padiglione 1, agli interventi di ministri e autorità politiche. E Renzi ha avuto anche buone parole per Torino elogiando il Museo Egizio come grande esempio di gestione culturale, ringraziando don Andrea Bonsignori, prete del Cottolengo - realtà che Renzi aveva visitato personalmente mesi fa, durante la sua permanenza in città - e riservando buone parole anche per Marchionne e la Fiat "che fino a dieci anni fa non era scontato potesse avere un futuro".

Potrebbe interessarti

  • Il ponte tibetano più lungo del mondo: l'avventura da non perdere a un'ora da Torino

  • La Giardiniera, l'antipasto alla piemontese

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Come difendersi dai ladri d'appartamento in estate

I più letti della settimana

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Paura in paese: auto esplode pochi secondi dopo essere stata parcheggiata

  • Tragedia nel condominio, uomo si toglie la vita gettandosi dal balcone  

  • Litigio stradale con l'automobilista che lo colpisce, ma lui è un campione di pugilato e lo mette KO

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento