"Sì al Piemonte del Sì", Chiamparino lancia la sua campagna

"Dobbiamo reagire a chi ha il No nella sua bandiera"

"Si al Piemonte del Sì". È questo il manifesto che il presidente della Regione Sergio Chiamparino ha presentato allo Sporting Dora per candidarsi al suo secondo mandato. A presentare la mattinata il sindaco di Moncalieri Paolo Montagna: una presenza sul palco fortemente voluta dal governatore, moncalierese di nascita. Tra i testimonial anche il noto chirurgo, mago dei trapianti, Mauro Salizzoni, impegnato al consiglio comunale di Ivrea e amico di Chiamparino da molti anni.

In sala diversi sindaci del Piemonte ma la più applaudita è stata Lucrezia Bono, giovane consigliera in comune a Chiomonte che ha raccontato come lo stop degli appalti del cantiere della Torino-Lione abbia influito sulla vita lavorativa della sua famiglia e di molte altre persone.

Reazione 

"Dobbiamo reagire a chi ha nella sua bandiera il no a cose che per noi sono fondamentali - ha detto sul palco il governatore -. Il Piemonte  ha grandi potenzialità, ma c'è chi vuole impedire che si sviluppi. La combinazione tra la Lega, che ha a cuore altre Regioni del Nord - e quando si tratta di infrastrutture guarda altrove - e chi ha nel No la sua bandiera, può essere letale per il Piemonte e a questo noi dobbiamo reagire"

Questo sarà l'ultimo impegno politico per Chiamparino che, come ha confidato lui stesso, ha deciso di candidarsi di nuovo dopo la sconfitta del Pd alle politiche lo scorso 4 marzo: "Ho sentito che non potevo disertare - ha detto -. Questo è stato lo stimolo che mi ha portato fino a qui. Ero pronto a farmi da parte ma ormai siamo alla fine. Credo sia giunto il momento di alzarmi sui pedali e spingere per arrivare al traguardo".
  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Trasporto pubblico locale, domani tram e bus si fermano per 4 ore

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento