Manifesti del Pd contro Appendino: "Ha perso i 10 milioni per la metro 2"

I politici hanno affisso personalmente i cartelloni, in giro per la città

I manifesti contro la sindaca Appendino

Parte la campagna del Pd contro la sindaca Appendino e contro l'assessora ai Trasporti Maria Lapietra. Il mezzo? Manifesti appesi per tutta la città. Il tema: la possibile perdita dei fondi del Governo per la progettazione della linea 2 della metropolitana.

Democratici "attacchini"

Mercoledi 9 agosto una squadra di "attacchini" guidata dal senatore democratico Stefano Esposito, ha dato il via alle operazioni di affissione dei manifesti che riporta l'immagine del tunnel della metro e la scritta "10 milioni persi dall’Appendino per la progettazione della linea 2 della metro. Il partito democratico trova i fondi, il M5s li perde".

Nei prossimi giorni ne saranno affissi, negli appositi spazi cittadini, 1800. A far parte della squadra anche il consigliere in comune e assessore ai Trasporti della giunta Fassino Claudio Lubatti, l'onorevole Paola Bragantini, la consigliera di Circoscrizione Isabella Martelli e i consiglieri regionali Nadia Conticelli e Ivan Notarangelo. "Stasera si attaccano manifesti per spiegare ai torinesi l'incompetenza di Appendino". 

Forza Italia storce il naso 

Osvaldo Napoli, consigliere di Forza Italia in comune non approva il metodo del Pd, mettendo in evidenza una città paralizzata dalle sue divisioni interne e dalla confusione all'interno del Movimento Cinque Stelle.

" È singolare il modo scelto dal PD di augurare buon Ferragosto ai torinesi tappezzando la città di manifesti contro i ritardi della giunta Appendino sulla linea 2. Non meno singolari - continua Napoli - sono gli auguri del M5s, con il sindaco che apre alla collaborazione istituzionale e il movimento che ribadisce il "no" alla linea 2 considerata dal presidente della Commissione Trasporti un'opera "inutile".

Forza Italia denuncia, non da oggi, il rischio della paralisi amministrativa per una città che avrebbe un disperato bisogno di agganciare tutte le occasioni per salire sul treno dello sviluppo e della ripresa". Proprio per questo richiama M5s e PD al senso di responsabilità istituzionale in nome degli interessi della città, "che devono venire prima degli interessi di partito". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento