Manifestazione Sì Tav a Torino, continuano le adesioni: chi scenderà in piazza

Arriveranno sindaci da tutta Italia

La manifestazione Sì Tav del 10 novembre

I Si Tav fanno il bis e tornano in piazza Castello sabato 12 gennaio per difendere l'importanza della Torino-Lione, sollecitando l'analisi costi-benefici di cui non si parla più, e contestare l'aumento dei pedaggi autostradali del nord ovest, attivi già dal 1 gennaio. Rincari pesanti infatti sulla Torino-Savona, sulla Torino-Bardonecchia e sulla Aosta-Monte Bianco rischiano di far riversare i tir sulle statali, penalizzando così i residenti e creando danni all'ambiente.

Una protesta alla quale sono invitati tutti coloro che hanno a cuore le infrastrutture del paese e che vogliono finalmente risposte chiare dal Governo. In piazza, lo hanno già annunciato, scenderanno molti sindaci piemontesi e non solo e la lista si sta allungando proprio nelle ultime ore.

I sindaci presenti 

Per il Piemonte non mancheranno i primi cittadini di Bosconero, Brusasco, Busano, Cavagnolo, Cesana, Chieri, Chiomonte, Ciriè, Lanzo, Levone, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pragelato, Rivara, Rivoli, Rocca Canavese, Salbertrand, San Sebastiano da Po, Sauze di Cesana, Sestriere. Ci sarà anche la sindaca di Verbania mentre per la Liguria non mancherà il primo cittadino di Vado Ligure, mentre quello di Genova proporrà al Consiglio Comunale una mozione a favore della Torino-Lions. E ci saranno anche i sindaci di Aosta, Padova e Venezia.

Il dress code è l'arancione 

In piazza sabato ci sarà anche Sergio Chiamparino:"Il governo rinvia ogni decisione alle calende greche o meglio, al dopo elezioni - commenta - ma concede subito gli aumenti autostradali per finanziare il raddoppio del tunnel del Frejus. Questo è il governo del Sì Tir-No Tav".
L'appuntamento in piazza è alle 11.30 e il dress code è, come in occasione della grande manifestazione del 10 novembre, il colore arancione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Il problema è che siamo italiani, ci lamentiamo ma paghiamo, quando reagire a questa massa di delinquenti al governo

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Esce per le compere e viene uccisa: il suo cadavere trovato nei giardini della chiesa

  • Cronaca

    Ridotta in schiavitù e costretta a mettere il velo: scappa e fa arrestare il suo compagno

  • Cronaca

    Colpi di fucile contro la pizzeria chiusa: era per costringere la titolare a vendere, un arresto

  • Video

    È arrivata la neve: timidi fiocchi imbiancano la città

I più letti della settimana

  • Follia in centro città: ferito un uomo con tre colpi d'accetta, aggressore in fuga

  • Spari in piazza: rapinato un furgone portavalori, ferita una guardia giurata

  • Nuvole su Torino, è attesa la neve

  • Doppio incidente nella notte: auto impazzita travolge tre persone, ferito gravemente il conducente

  • "Costretta ad assistere ai rapporti sessuali della mamma": donna e suo amante a processo

  • Giornata di passione per il trasporto pubblico: quattro ore di sciopero

Torna su
TorinoToday è in caricamento