Il sit-in contro la sindaca è un flop: in piazza solo 50 persone

In piazza però anche alcuni politici

Non è andata come speravano gli organizzatori, la protesta davanti a Palazzo di Città per chiedere le dimissioni della sindaca di Torino, Chiara Appendino. In piazza era poco più di una cinquantina i manifestanti ma tra loro erano presenti anche alcuni politici.

Tra loro il capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione, Maurizio Marrone, l'assessore regionale Roberto Rosso, il capogruppo dei Moderati in Comune e consigliere regionale Silvio Magliano e l' ex sottosegretario del governo Berlusconi e promotore di diverse iniziative a favore della Torino-Lione, Mino Giachino.

"I Moderati fanno politica in questo modo - ha commentato Magliano -: con la presenza sul territorio e con l'ascolto delle istanze dei cittadini. Continua la nostra opposizione ad Appendino e alla sua Giunta, che ha prodotto disastri: periferie dimenticate, degrado, sporcizia, mancanza di sicurezza, nessuna visione per il futuro, anagrafi al collasso, erba alta, generale declino, impoverimento. E potrei continuare a lungo".

Ma l'invito a scendere in piazza dei comitati contro Appendino, alcuni dei quali hanno anche fondato i loro gruppi su Facebook - tra cui "I delusi da Appendino", "Torino in movimento" e "No Ztl prolungata" - è rimasto inascoltato e non ha riscosso il successo sperato.

Chi si è trovato davanti a Palazzo Civico lo ha fatto per protestare fondamentalmente contro alcune misure prese dall'amministrazione Appendino: la Ztl a pagamento in centro a partire dal 2020, l'allargamento delle strisce blu, gli aumenti di Tari e Tasi e il "proliferare" eccessivo sul suolo urbano di piste ciclabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Auto si schianta contro un muro: donna morta sul colpo

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

  • Incidente di cantiere: autostrada chiusa in un senso, previsione riapertura in 48-72 ore

Torna su
TorinoToday è in caricamento