L'opposizione il 28 marzo in piazza per chiedere le dimissioni di Chiamparino

In attesa della prima udienza dopo l'accoglimento del ricorso della Lega Nord, i partiti di opposizione scenderanno in piazza il prossimo 28 marzo per chiedere al presidente Sergio Chiamparino di dimettersi.

A ribadire le motivazioni è l'ex governatore Roberto Cota nella sua rubrica domenicale: "Non è questione di rendere pan per focaccia - ricordando quanto è successo a lui appena un anno fa - ma di riparare ad un'ingiustizia che ha minato profondamente le regole della democrazia e di dare una risposta di governo vera ai problemi del Piemonte. In questi mesi è emerso tutto il campionario della cultura ipocrita della sinistra. Dobbiamo smascherare i falsi miti costruiti a tavolino".

Per Cota in questi mesi la situazione del Piemonte è andata peggiorando e questo perché "il governo è senza idee e neppure l'informazione orientata puo' nascondere un grave peggioramento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

  • Emergenza smog, tornano le limitazioni strutturali dopo la giornata di sciopero

Torna su
TorinoToday è in caricamento