"Il Comune non aggiorna l'app ToBike per iPhone da sei mesi": l'accusa del capogruppo Magliano

"Benvenuti nella Smart City dei Cinque Stelle". E i torinesi usano soluzioni alternative

"È da sei mesi che l'app di ToBike non funziona per chi ha un iPhone, per colpa del Comune". Silvio Magliano, capogruppo dei Moderati al Consiglio comunale di Torino, si rivolge alla giunta m5s e in particolare all'assessora ai trasporti Lapietra - e indirettamente anche alla collega all'innovazione Pisano - lamentando il totale disinteresse del Comune che non rinnova l'app del servizio di bike sharing per dispositivi iOS, rendendola di fatto inservibile e inutile. 

Già a ottobre scorso, l'applicazione era stata messa fuori uso dall'app store in attesa di soluzioni, che secondo la risposta della giunta dovrebbero arrivare nei prossimi mesi.

"Chi ha un iPhone da un anno e mezzo a questa parte non può usarla" accusa Magliano, che sottolinea: "Una grande fetta degli utenti è di fatto tagliata fuori da settembre 2017". E ironizza "Benvenuti nella Smart City dei Cinque Stelle".

L'app "sostitutiva" utilizzata dai torinesi

In mancanza dell'app ufficiale, i torinesi possessori di iPhone hanno in molti casi trovato soluzioni alternative. Tra le app sostitutive più apprezzate, sull'app store si trova "TOBike Sharing", app che porta il nome di Alex Prigitano. Oltre 4 stelle di giudizio degli utenti, con 17 recensioni per lo più colme di gratitudine per il privato che ha reso in qualche modo utilizzabile il servizio di condivisione biciclette del Comune anche ai possessori di smartphone Apple.

"Dopo tanti mesi questa app è stata la mia salvezza. Grazie" scrive qualcuno. "Ordinata, semplice. Fa il suo dovere. Copre la mancanza dell’app ufficiale" concorda qualcun altro. "Purtroppo non si possono più sbloccare dall’app le bici alla fermata richiesta, una funzionalità molto comoda che spero venga reinserita" è la richiesta in una delle ultime recensioni.

"Un cortocircuito imbarazzante per la Giunta Smart"

Silvio Magliano definisce il mancato aggiornamento di ToBike per la piattaforma Apple un "cortocircuito imbarazzante". "Nella Torino della 'Giunta Smart', da sei mesi a questa parte chi utilizza un iPhone di ultima generazione non può accedere alla app di ToBike".

I disagi sono facilmente immaginabili, spiega il consigliere di opposizione capogruppo dei Moderati: "Impossibile, tra le altre cose, sapere da remoto se una certa stazione ha disponibilità di biciclette o di posti".

L'app sarà ripristinata a giugno

La giunta comunale ha risposto a un'interpellanza in consiglio comunale dello stesso Magliano, "nella persona dell’Assessore Lapietra, non dell’Assessore Pisano: chissà perché" ha sottolineato il capogruppo, garantendo che la perfetta funzionalità dell'app per iPhone sarà ripristinata a giugno, "in tempo per la ricorrenza degli otto anni di questo servizio".

"Aspettiamo giugno, allora. Verificherò che i tempi siano rispettati. Ma non mi sfugge la contraddizione di termini: da una parte diciamo di voler favorire una fruizione smart dei servizi e dall’altra lasciamo fuori per oltre diciotto mesi metà dei fruitori di smartphone, quelli che utilizzano una tecnologia Apple" è l'ultima accusa di Magliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

Torna su
TorinoToday è in caricamento